CI FERMIAMO.

Il sito di Santa Barbara cesserà definitivamente le pubblicazioni dal 1° Giugno e resterà attiva solo la sezione di archivio storico. Verrà conseguentemente chiusa anche la pagina Facebook. E' una notizia non piacevole per tutti coloro che in questi tre anni hanno, tramite le nostre pagine, ascoltato i nostri racconti, il nostro modo di riconoscersi attorno alla Comunità Parrocchiale e alle persone che la animano ma - soprattutto - attorno alla Parola e all'insegnamento del Padre. Purtroppo nè la Parrocchia, nè la nascente Collaborazione possono mettere energie a disposizione di questo progetto, che necessita di cure quotidiane ma che è portato avanti dall'idea di un singolo, dalla solidarietà di alcuni, dalla stima di molti e da troppe e imprescindibili defezioni. 

La "vita" della Parrocchia però mica si ferma, tutt'altro: continua grazie al lavoro quotidiano costante e silenzioso dei molti che possono mettere tempo e voglia nel "fare", più importante del "far sapere", continua grazie alle energie rinnovate della Collaborazione con Gazzera ed Asseggiano, che sicuramente troveranno un modo migliore di Internet e Facebook per radunare energie ed entusiasmo attorno all'incontro con la Cristianità, con la Parola, con i Fratelli. 

Magari decideranno di riaprire questo spazio e gestirlo con penne e pensieri più ispirati, più vicini alla realtà di quanto non possa farlo un giornalista, ancorchè cattolico e ancorchè volenteroso. Così lasciamo in pegno alla Comunità tutte le cose fatte in questi tre anni, sperando siano state perlomeno utili e gratificanti per lo spirito: i racconti del Grest, le "dirette", il libro sulla Parrocchia, il sito di Archivio Storico. A chi scrive rimane naturalmente l'amarezza di questa interruzione - una sorta di occasione perduta e un discorso interrotto - con la serena consapevolezza di aver fatto quanto era nelle sue possibilità. Grazie di cuore a tutti.

Il responsabile del sito parrocchiasantabarbara.net

MAGGIO, IL MESE DEDICATO A MARIA: GLI APPUNTAMENTI

Dedicare il mese di maggio – chiamato anche mese dei fiori – a Maria è una devozione popolare radicata da secoli. Milioni di persone partecipano nel mese di maggio a pellegrinaggi ai santuari mariani, recitano preghiere speciali in onore della Madonna e le fanno dei doni, sia spirituali che materiali. L’intera comunità è invitata, in tutti i modi possibili, nella preghiera personale o in famiglia, a raccogliersi per onorare Maria, la madre di Gesù. A pregare assieme a Maria, madre nostra e madre della Chiesa. Questi gli appuntamenti nella nostra Parrocchia:

Il Santo Rosario: ogni sera prima della Santa Messa, alle ore 18.00. Il Fioretto dei ragazzi e delle famiglie: al Martedì, al Mercoledì e al Giovedì alle ore 17.00, davanti alla grotta della Madonna in Patronato. Preghiera del Rosario nelle vie della parrocchia, alle ore 21, nei luoghi segnati da un piccolo capitello dedicato a Maria.  Mercoledì 24: via Casteltesino, Venerdì 26: via Campania, Lunedì 29: via Lazio. Processione mariana: Mercoledì 31 alle ore 21.00 dal Piazzale della Chiesa, per via Rio Cimetto, via Isonzo, via Lussingrande, via Calucci.

PRIME ELEMENTARI, IL TERZO INCONTRO PER UNA MAMMA.. PARTICOLARE 

Ciao Redazione! Oggi (domenica 14, ndr) si è svolto il terzo ed ultimo incontro delle famiglie dei bimbi di prima elementare. E' stato organizzato in concomitanza con la "Festa della Mamma" perchè ci piaceva che, a benedire e sorvegliare i nostri figli, ci fosse nostra Madre, nel bel mezzo del mese a Lei dedicato. Eravamo circa 12 famiglie ed è stata una domenica proprio interessante: come vedrai nelle foto che Vi mandamo, tutti hanno fatto la loro parte: perfino il piccolissimo voleva aiutare in cucina, mentre gli altri cuccioli d'uomo erano fuori, all'ombra, con i genitori a contollarli. Don Guido è rimasto con noi per aiutarci a tracciare il senso di questi incontri e anche don Paolo è venuto a trovarci. In cucina c'era - assieme alle altre - Sandra, che nel suo regno di fornelli ci ha deliziati con la sua famosa ricetta degli "spaghetti alla matricianne". Da leccarsi i baffi... in attesa del mese di ottobre, quando questo affiatato gruppo si reincontrerà". 

Il Gruppo Mamme di prima elementare (Un ringraziamento ad Adriana per le foto)

ULTIMO INCONTRO PER GENITORI DI ADOLESCENTI 

"Abbiamo lo stesso cuore" è il nome del laboratorio delle famiglie sulla affettività degli adolescenti, organizzato presso l'auditorium "P. Frassati", nella Parrocchia di Gazzera. Questo il calendario degli incontri, che si svolgono alle 20,45 del giovedì (durata 2 ore circa): 

Giovedì 11 maggio: "adulti bisognosi d’amore, anche da genitori"; 

Giovedì 18 maggio: "Il cuore dei figli. Telefonini, like e sete di affetto". 

Giovedì 25 maggio: "Adulti e adolescenti: linguaggi diversi, stesso cuore". 

Le prime due serate sono state dedicate ai genitori e la terza sarà un dialogo guidato tra genitori e figli. Si consiglia la presenza di entrambi i genitori.  Gli incontri saranno guidati dalla dottoressa Annamaria Fardin. È chiesto un contributo per le tre serate di 7 euro a famiglia.

Il Vangelo di Domenica 28 Maggio
"A ME E' STATO DATO OGNI POTERE
IN CIELO E SULLA TERRA"

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 28,16-20). 

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

IL COMMENTO AL VANGELO

Il Signore risorto è ritornato nella Galilea pagana. È qui che egli aveva cominciato ad annunciare la conversione e il Vangelo del Regno (cf. Mt 4,15.17.23). È qui, in questo luogo di frontiera, che egli aveva dato appuntamento ai suoi discepoli, che si erano dispersi quando egli, il pastore, era stato ferito (cf. Mt 28,8-10). È ritornato sui luoghi dell’inizio, per dare loro la pienezza: il Risorto è la luce decisiva che rischiara tutti coloro che camminano nelle tenebre e nell’ombra della morte. Egli ha convocato i discepoli - in numero di undici - su una montagna, come all’inizio li aveva condotti sulla montagna, quando parlò loro per annunciare la via della felicità del regno dei cieli (cf. Mt 5,1). Dio ha anche convocato il popolo ai piedi del Sinai quando ha voluto fare di lui la sua “ekklesia” (cf. Es 19). 

Il Risorto è su questa montagna in Galilea, che simboleggia l’incontro tra il cielo e la terra, dichiarandosi, solennemente, come colui che ha ricevuto tutta l’autorità nei cieli e sulla terra (cf. Mt 28,18). Da questa montagna egli invia i discepoli - e in loro, e con loro, noi tutti che li seguiamo lungo la storia - a convocare la Chiesa per riunirla dai quattro punti cardinali del mondo nel regno; nessuno è escluso dalla parola e dalla partecipazione alla vita della famiglia divina: la comunione del battesimo con il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo (cf. Mt 28,19-20). Oggi noi, come gli undici discepoli sulla montagna, lo adoriamo e riaffermiamo la nostra obbedienza al suo comando missionario. Egli sembra assente ma è in realtà sempre presente tra di noi (cf. Mt 28,20). È per questo che si è fatto uomo nel seno della Vergine Madre: per essere l’Emmanuele, il Dio con noi (cf. Mt 1,23), fino alla fine del mondo. (da: Lachiesa.it)

LE PRIME COMUNIONI DI SANTA BARBARA

I nostri venti ragazzi di terza elementare hanno ricevuto, Domenica, il Sacramento della Prima Comunione. Una Chiesa gremitissima e una cerimonia ricca di momenti intensi, sia nella celebrazione Eucaristica, che nelle letture dei genitori che nelle intenzioni di preghiera espresse dai ragazzi.  Si tratta di un momento molto importante nella vita di un credente che, come ha detto papa Francesco, «si colloca nel cuore della “iniziazione cristiana”, insieme al Battesimo e alla Confermazione e costituisce la sorgente della vita stessa della Chiesa». A istituirlo è stato proprio Cristo durante l’Ultima Cena, quando distribuì ai discepoli riuniti a tavola il pane e il vino come il suo corpo e il suo sangue, offerti per la salvezza di tutti gli uomini. Ed è questo che accade ogni volta durante la Santa Messa: il pane e il vino, per opera dello Spirito Santo, diventano realmente il corpo e il sangue di Cristo. 

L’Eucaristia costituisce il vertice dell’azione di salvezza di Dio: il Signore Gesù facendosi pane spezzato per noi, riversa infatti su di noi tutta la sua misericordia e il suo amore. Pubblichiamo qualche scatto della giornata, precisando che queste foto non fanno parte del servizio "ufficiale" di dettaglio, con i primi piani dei ragazzi, che verranno consegnate ai genitori secondo le modalità indicate dalla Parrocchia e tramite il fotografo incaricato.

LA CONSEGNA DELLE ICONE AI "GRUPPI DI ASCOLTO" 

Hanno "lavorato" attorno alla Parola, all'insegnamento del Vangelo e sono stati premiati con la condivisione di una serata a loro dedicata: sono i quattro gruppi di ascolto della Parola, una realtà che nella nostra Comunità rimane esempio attivo di come le Sacre Scritture possano essere spunto per migliorare la nostra conoscenza, il nostro sentire cristiano, la nostra cultura. Un approfondimento quasi terapeutico, insomma, che fa bene allo spirito perchè predispone all'ascolto, alla comprensione, e le scritture non mancano certo di stimoli e spunti. Dopo una stagione di condivisione, ai gruppi è stata dedicata nei giorni scorsi una Messa con consegna di un'icona ricordo e, a seguire, una cena in condivisione particolarmente apprezzata, in cui ognuno ha portato qualcosa, valorizzando la bellezza dello stare assieme. Un grazie a con Guido che ha avuto parole preziose di approfondimento del lavoro svolto e di traccia per il cammino futuro dei Gruppi.

CLICCATE SULLE FOTO PER VISUALIZZARLE, INGRANDIRLE O SCARICARLE

UNA LOTTERIA DI BENEFICIENZA 
PER "LA GABBIANELLA"

L'Associazione "La gabbianella e altri animali" (che si occupa di bambini disagiati) ha organizzato una lotteria di beneficienza per finanziare il progetto spiaggia, cioè portare in spiaggia i bambini che vivono con le madri recluse al Carcere femminile della Giudecca. Il costo del biglietto è di due euro. Chi fosse interessato all'acquisto di un biglietto può contattare Sonya al numero 340.553.0977. Ricchi i premi a disposizione. L'estrazione il 1 giugno: maggiori informazioni sul sito www.lagabbianella.org L'Associazione è molto nota nel territorio: nel Marzo scorso ha lanciato un'altra iniziativa, questa volta per allestire il chiostro del carcere di Santa Maria Maggiore come nuovo spazio in cui i detenuti possano incontrare le famiglie e i figli. 

SABATO 27 TONY PAGLIUCA SUONA "DECINE"

"Decine" è un evento unico nel suo genere. E' una preghiera che diventa concerto ideato, scritto e messo in musica dal Maestro V. Ussardi e da Tony Pagliuca (che tutti ricordiamo nel bellissimo concerto intervista del Dicembre scorso, qui a S.Barbara con il suo "Trio").

Sabato 27 Maggio alle 21, nel piazzale del Palazzetto dello sport di Straelle di Borgoricco (in caso di maltempo all'interno del palazzetto) l’Orchestra da Camera del Veneto "Lo Splendore di San Marco" diretta dal Maestro Diego Bortolato dialogherà così col gruppo rock Pagliuca Trio: saranno accompagnati dalle voci del Coro "Stella Polare" di Trivignano e dal Coro Gospel “Voci in Accordo” di Favaro Veneto, dando vita ad uno straordinario ed inedito sound. Un centinaio tra musicisti, solisti e coristi di varie età e formazione uniti in questo innovativo e sperimentale progetto che unisce la tradizione alla contemporaneità, unendo la tradizione culturale latina ad un animo più contemporaneo e popolare: un mix di generi musicali (dal rock al blues, dal jazz al pop) immergerà l’ascoltatore e lo avvolgerà nel calore dell’abbraccio della Madre che solo la preghiera più sentita può donare.

Il rosario, una delle più antiche forme aggregative di preghiera, nasce dalla necessità della comunità cristiano-medievale di riunirsi di fronte ai problemi contingenti di un mondo incerto ottenendo la pace con l’aiuto Di Maria, madre di tutti i cristiani. La ripetizione lenta delle stesse parole ha un senso profondo se lo si inquadra nella dimensione temporale dell'uomo, che ha bisogno di ripetere i gesti per ritrovare certezze. Del Rosario Papa Francesco ha scritto: “Accompagna sempre la mia vita. È anche la preghiera dei semplici e dei Santi. È la preghiera del mio cuore”. Pagliuca negli ultimi mesi ha lavorato molto a tutte le partiture dell'Orchestra, e il "Rosario Sinforock" - prima assoluta - promette di essere un'opera di straordinaria bellezza. L'ingresso è gratuito. Per informazioni: Biblioteca di Borgoricco 049 933 7930 - biblioteca@comune.borgoricco.pd.it o sul sito del comune di Borgoricco (segui il link qui)